BugiaDEM, il modello digitale del terreno per il Piemonte e dintorni

BugiaDEM è il modello digitale del terreno (DTM o DEM che dir si voglia) che accompagna Bugianen, le mie mappe del Piemonte. Copre il Piemonte e le aree circostanti e, a differenza dei più diffusi DEM ASTER, SRTM e derivati, è basato quando possibile su dati di alta qualità provenienti da enti governativi o istituti geografici ufficiali.

A cosa serve

A tante cose… la più immediata, almeno per me, è poter leggere le quote di un punto arbitrario sulla mappa in OruxMaps. Se il vostro telefono non il barometro serve anche a sapere l’altitudine della vostra posizione incrociando il DEM con i dati GPS. Se ha il barometro si può usare per la (auto)calibrazione.

Oppure si può usare per generare lo sfumo dei pendii per quelle mappe che ne sono sprovviste. Oppure per calcolare il dislivello di un percorso, o la pendenza punto per punto di una traccia. Ma anche generare una mappa 3D. Con le versioni recenti di OruxMaps è anche possibile generare una mappa colorata delle pendenze: nonostante la funzionalità sia interessante consiglio a questo scopo si usare Sorbetto, la mia mappa dedicata allo scialpinismo, che è molto più precisa.

Resta comunque un DTM per uso ricreativo, in generale sconsiglio di usare questi dati per analisi del terreno che abbiano una qualche criticità; essendo i dati originali disponibili come Open Data a risoluzioni più alte e con proiezioni più furbe è molto meglio usare direttamente quelli.

Qualità

Il modello utilizzato è lo stesso dei DEM1 di SRTM, con taglio e risoluzione identici, quindi ciascun file copre un “quadrato” di un grado di lato, con risoluzione di 1 secondo d’arco (circa 30 metri).

I dati di Piemonte e Valle d’Aosta sono ricavati da rilievi LIDAR di qualità molto alta. Il ricampionamento verso il basso rende queste aree virtualmente perfette.

I dati di Lombardia e Toscana sono ricavati dalle CTR e sono molto buoni, anche qui il ricampionamento verso il basso dei fati originali a 5 metri elimina qualunque minima magagna.

I dati liguri seppure formalmente con risoluzione di 5 metri sono piuttosto discutibili, con problemi di giunzioni e salti in molti posti. Il ricampionamento a 30 metri maschera molto la cosa e all’atto pratico il risultato è comunque buono.

Il Canton Ticino è coperto dal progetto HeliDEM, cooperazione fra Piemonte, Lombardia e Svizzera. L’ho usato solo per la parte svizzera ed è molto buono.

La Francia e parte della Svizzera sono coperte dai dati dell’IGN Francese. Purtroppo la risoluzione di partenza è bassa (75 metri) e si vede. Se non altro le montagne sono al posto giusto… In realtà per una buona parte del territorio del dipartimento di Nizza e del Mercantour (fino al confine con l’Italia) la qualità è decisamente più alta grazie ai dati diffusi dalle autorità locali. Speriamo che gli altri dipartimenti seguano l’esempio o che l’IGN si apra un po’.

Il resto (Emilia Romagna e parti mancanti della Svizzera) è coperto usando i dati del progetto Copernicus (EuDEM), dire che fan pena è un complimento ma non c’è altro di utilizzabile legalmente per cui amen.

Altre aree

Per chi avesse necessità di muoversi più a est segnalo il dataset di Sonny. In realtà copre anche l’area di BugiaDEM, e a dirla tutta se l’avessi visto prima mi sarei probabilmente risparmiato la fatica. Ritengo comunque che il mio dataset, pur se basato sugli stessi dati, abbia un piccolo vantaggio nelle transizioni fra una regione e l’altra che sono state curate a mano per evitare salti e discrepanze per cui lo pubblico lo stesso.

Licenza

I dati di partenza sono tutti pubblicati sotto varie forme di licenze Open Data elencate in dettaglio nel file scaricabile. Il mio assemblaggio è rilasciato sotto licenza Creative Commons CC BY-NC-SA 3.0 che dovrebbe metterle tutte d’accordo, spero.

Download

Viste le dimensioni ragionevoli mi è sembrato pratico fare uno zippone unico con tutto quello che serve.

Scarica BugiaDEM (155MB)

Come si usa

Per quanto riguarda OruxMaps bisogna copiare i file “.hgt ” delle zone che interessano (fate riferimento al quadro unione) all’interno della cartella “dem” nella cartella di OruxMaps sul telefono. Poi bisogna attivare le funzionalità desiderate nelle preferenze. Per altre app non so aiutarvi, fate riferimento al manuale.

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Create a free website or blog at WordPress.com.

Up ↑

%d bloggers like this: